Ultimate Fighting Championship

Ultimate Fighting Championship

In forma per l'Octagon

Qui è dove i combattenti diventano dei vincitori. L’UFC Performance Institute di recente apertura a Shanghai si concentra sul fornire le condizioni ideali di allenamento ai migliori combattenti di arti marziali miste. In questa sede, l’UFC offre un allenamento d’élite per atleti e combattenti professionisti che va dalla costruzione muscolare mirata, consigli dietetici, affinamento della tecnica e capacità di combattimento per l’Octagon fino al recupero ad alta tecnologia. Tutto all’UFC Performance Institute è all’avanguardia fino all’ultimo dettaglio.

UFC – all-in-cold

Our international rep Mr Deenad Sundramurthy with an enthusiastic cryo-user

L’UFC utilizza la crioterapia da anni. Le sessioni di allenamento e gli incontri mettono a dura prova il corpo dei combattenti, quindi il Performance Institute di Las Vegas utilizza la crioterapia per accelerare il processo rigenerativo e aumentare le prestazioni. Inizialmente, sono state utilizzate criosaune ad azoto a forma di botte. Tuttavia, il lungo processo, oltretutto frequente, di sostituzione dei serbatoi di azoto ha reso difficile soddisfare l’elevata domanda di trattamenti. Inoltre, questo metodo non permetteva l’inclusione della testa nella crioterapia “total body”.

Pertanto, l’UFC ha scelto la cryoair double MECOTEC per il suo nuovo centro di addestramento in Asia. “Il produttore tedesco è considerato un pioniere nella costruzione di sistemi di camere elettriche, pertanto la nostra scelta è stata ovvia”, ha detto Alba Ni, direttore dell’UFC Performance Institute di Shanghai, spiegando la decisione della sua azienda.

A suo avviso, uno dei tanti vantaggi è che la criocamera MECOTEC può essere utilizzata contemporaneamente da un massimo di cinque combattenti. Inoltre, la temperatura rimane stabile, un fattore cruciale nel supportare il successo della terapia.
Gli atleti hanno avuto un riscontro straordinariamente positivo, soprattutto il giorno successivo a una sessione di allenamento di arti marziali seguita da crioterapia a -110 °C. I dolori e le infiammazioni guariscono molto più velocemente, consentendo di riprendere rapidamente l’allenamento. Per i combattenti professionisti di MMA, l’uso delle criocamere MECOTEC è un modo interessante per migliorare le prestazioni individuali e ottimizzare il processo rigenerativo. Le prestazioni sportive sono tutto per loro – e le criocamere MECOTEC rappresentano un supporto prezioso.

www.ufc.com


In forma per l'Octagon

Qui è dove i combattenti diventano dei vincitori. L’UFC Performance Institute di recente apertura a Shanghai si concentra sul fornire le condizioni ideali di allenamento ai migliori combattenti di arti marziali miste. In questa sede, l’UFC offre un allenamento d’élite per atleti e combattenti professionisti che va dalla costruzione muscolare mirata, consigli dietetici, affinamento della tecnica e capacità di combattimento per l’Octagon fino al recupero ad alta tecnologia. Tutto all’UFC Performance Institute è all’avanguardia fino all’ultimo dettaglio.

UFC – all-in-cold

Our international rep Mr Deenad Sundramurthy with an enthusiastic cryo-user

L’UFC utilizza la crioterapia da anni. Le sessioni di allenamento e gli incontri mettono a dura prova il corpo dei combattenti, quindi il Performance Institute di Las Vegas utilizza la crioterapia per accelerare il processo rigenerativo e aumentare le prestazioni. Inizialmente, sono state utilizzate criosaune ad azoto a forma di botte. Tuttavia, il lungo processo, oltretutto frequente, di sostituzione dei serbatoi di azoto ha reso difficile soddisfare l’elevata domanda di trattamenti. Inoltre, questo metodo non permetteva l’inclusione della testa nella crioterapia “total body”.

Pertanto, l’UFC ha scelto la cryoair double MECOTEC per il suo nuovo centro di addestramento in Asia. “Il produttore tedesco è considerato un pioniere nella costruzione di sistemi di camere elettriche, pertanto la nostra scelta è stata ovvia”, ha detto Alba Ni, direttore dell’UFC Performance Institute di Shanghai, spiegando la decisione della sua azienda.

A suo avviso, uno dei tanti vantaggi è che la criocamera MECOTEC può essere utilizzata contemporaneamente da un massimo di cinque combattenti. Inoltre, la temperatura rimane stabile, un fattore cruciale nel supportare il successo della terapia.
Gli atleti hanno avuto un riscontro straordinariamente positivo, soprattutto il giorno successivo a una sessione di allenamento di arti marziali seguita da crioterapia a -110 °C. I dolori e le infiammazioni guariscono molto più velocemente, consentendo di riprendere rapidamente l’allenamento. Per i combattenti professionisti di MMA, l’uso delle criocamere MECOTEC è un modo interessante per migliorare le prestazioni individuali e ottimizzare il processo rigenerativo. Le prestazioni sportive sono tutto per loro – e le criocamere MECOTEC rappresentano un supporto prezioso.

www.ufc.com